Cartella stampa 2020/2021

 

DOMENICA ALLE 21 ALL’ARENA TSB GIUSEPPE CEDERNA PRESENTA “STORIA DI UN CORPO”, UN READING DEL ROMANZO DI DANIEL PENNAC CHE DIVENTERA’ PRESTO UNO SPETTACOLO

Dopo aver ospitato la lettura scenica de “L’attesa” con Anna Foglietta, Paola Minaccioni e Michela Cescon, Fuori! si conferma una fucina di spettacoli che verranno presentati nel corso delle prossime stagioni. Lo spettacolo “Storia di un corpo” andrà in scena nel cartellone 2022/2023 e sarà diretto da Giorgio Gallione.

Prosegue la stagione estiva dello Stabile di Bolzano nel segno dei grandi interpreti e narratori: domenica 6 giugno alle 21 Giuseppe Cederna sarà protagonista del reading “Storia di un corpo”, tratto dall’omonimo romanzo di Daniel Pennac. Pubblicato nel 2012 in Francia ed edito in Italia da Feltrinelli, per breve tempo “Storia di un corpo” è diventato uno spettacolo teatrale portato in scena dallo stesso Pennac. E’ il diario intimo e “fisico” di un uomo dai suoi primi anni coscienti di vita (12 anni) fino alla sua morte a 87 anni. Un diario non sentimentale ma prettamente fisico, in cui il protagonista annota meticolosamente i cambiamenti del corpo, le sue reazioni alla vita nel corso degli anni. Con l’incedere del tempo, anche il linguaggio cambia: da acerbo e semplice, diviene più complesso, letterario, analitico, a tratti buffo, a volte impietoso, sempre un po’ spudorato e senza censure. A momenti si ride, soprattutto nel periodo dell’adolescenza caratterizzato dalla scoperta, travolgente, della sessualità, in altri incuriosisce, in altri ancora si riflette sulla caducità del fisico. Giorgio Gallione, drammaturgo e regista eclettico e versatile che ha collaborato più volte con Claudio Bisio, Neri Marcorè, Angela Finocchiaro, Fabio De Luigi, Maurizio Crozza e i Broncoviz, Marina Massironi, Claudio Gioè, Lella Costa, Gioele Dix, Giuseppe Battiston e Ugo Dighero, ha curato la riduzione teatrale del romanzo pensando a un interprete sensibile e profondo come Giuseppe Cederna. Attore di cinema e teatro, nella sua carriera Cederna si è confrontato sul palcoscenico e sul grande schermo con i grandi maestri. Ha partecipato a numerosi film, tra cui “La famiglia” e “Il viaggio di Capitan Fracassa” di Ettore Scola, “Marrakech Express” e “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores. Si è cimentato nella scrittura narrativa con “Il Grande Viaggio” (Feltrinelli, 2004) da cui ha tratto l’omonimo spettacolo teatrale e “Piano Americano” (Feltrinelli, 2011). Del 2015 è lo spettacolo teatrale “L’ultima Estate dell’Europa”, il racconto straziante di un sopravvissuto alla Grande Guerra. Accompagnato dal violoncello di Giovanni Sollima, ha interpretato “Home” di Warsan Shire in un video diretto da Giovanni Piperno.
Il reading presentato a Bolzano nell’ambito di FUORI! rappresenta un primo passo verso l’allestimento dello spettacolo che verrà presentato nelle stagione 2022/ 2023 dello Stabile di Bolzano. Un’apertura al pubblico di una prima fase del lavoro che è quanto mai necessaria in questo momento storico. Spiega Gallione «come il protagonista di Pennac che comincia il suo diario scrivendo per tre pagine intere “Non avrò più paura”, anche noi vogliamo ripartire portando in scena un progetto iniziato proprio durante i mesi di lockdown e che scommette sul futuro”.
Come tutti gli spettacoli della rassegna FUORI!, anche questo appuntamento è gratuito previa prenotazione sull’App del Teatro Stabile di Bolzano (iOS e Android), sul portale tickets.fondazioneteatro.bolzano.it oppure alle Casse del Teatro Comunale di Bolzano (piazza Verdi 40; mar-ven. 11-14 e 17-19, sab. 11-14). Le prenotazioni si possono effettuare anche presso il luogo di svolgimento dello spettacolo a partire da un’ora prima di ogni evento.

 

foto: Alex Astegiano e Stefania Spadoni