W IL TEATRO!
Teatro nella scuola 2013/2014

 

L’anno scolastico 2013/2014 segna la 25º edizione di W il teatro! Una tappa significativa per un progetto fondamentale che vede il teatro e la scuola gemellati per un obiettivo comune che è quello di preparare gli studenti a diventare pubblico attento e attivo.
Un percorso che si è consolidato nel tempo e che è diventato un elemento essenziale nel progetto formativo in tutte le scuole di ogni ordine e grado. La scelta degli spettacoli è da sempre molto accurata per favorire la migliore fruizione da parte di tutte le fasce d’età.
In questo lungo periodo di attività le presenze a teatro di pubblico giovanile hanno raggiunto la cifra complessiva di 640.000, a conferma del grande successo di queste stagioni teatrali dedicate al mondo della scuola.
Le opere teatrali hanno la capacità di agevolare in modo piacevole l’incontro con l’arte e la cultura che riesce a creare benessere e di conseguenza rende l’individuo capace di interagire in modo positivo con il mondo che lo circonda. Il teatro nella scuola non va dunque visto come momento ludico fine a se stesso, ma come una vera e propria materia di studio che apre la mente e rende più consapevoli delle proprie scelte. Anche quest’anno si prosegue quindi con un’offerta teatrale di grande valenza didattica volta a entusiasmare il giovane pubblico degli studenti delle nostre scuole.
Gli spettacoli della rassegna, visti preventivamente da esperti del settore che fanno capo al Teatro Stabile, sono scelti tra il meglio dell’offerta nazionale di teatro dell’infanzia e della gioventù. Un settore in crescita che ha trovato da anni una sua specializzazione autonoma, mirata all’età e all’esigenze culturali dei fruitori, con il contributo determinante di pedagogisti e psicologi. Le risposte artistiche sono di alto livello, sia dal punto di vista dei linguaggi teatrali che dei temi e dei contenuti approfonditi drammaturgicamente all’interno dello spettacolo proposto.
Questa venticinquesima stagione dedicata alle scuole continua a essere distribuita capillarmente sul territorio provinciale nei teatri di Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico, Vipiteno, Laives, Egna (con ulteriore partecipazione dai centri minori organizzata con trasporti pubblici) e può contare oggi su una massa consolidata di spettatori per anno scolastico che si avvicina ai trentamila, con un numero di rappresentazioni di spettacoli professionali differenziati per fascia d’età, pari a circa cento per ogni stagione teatrale.
Per mettere a punto e realizzare questo progetto, consistente anche dal punto di vista quantitativo e quindi gestionale, oltre al team composto da Teatro Stabile e Dipartimento alla cultura, scuola e formazione professionale in lingua italiana della Provincia, abbiamo istituito un tavolo di consultazione con il mondo della scuola, composto dai docenti referenti per il teatro e, nel caso delle scuole secondarie superiori di II° grado, anche da due studenti in rappresentanza di ogni istituto.
Questo progetto di formazione del pubblico giovanile vuole fare incontrare il teatro ai nostri figli per la prima volta a sei anni e poi accompagnarli gradevolmente per tutto il tragitto scolastico, fino alla maturità, salutandoli infine come spettatori adulti, maturi, competenti e consapevoli, in grado di continuare il viaggio con le proprie gambe e la propria testa, liberi di scegliersi un percorso teatrale autonomo, con spirito critico e sensibilità affinata dall’esperienza.
Un’altra valenza insostituibile dell’iniziativa è la funzione sociale: attraverso “W il teatro!” possiamo avere la certezza che l’esperienza teatrale raggiunga tutti gli strati della popolazione, senza distinzione di censo e di nazionalità. Spesso gli spettacoli visti in questo contesto rappresentano l’unica occasione di relazione con i linguaggi della scena e questa è certamente un’ulteriore buona ragione di giustizia sociale per sostenere la necessità istituzionale del progetto.

Cartellone Scuole primarie:
I e II classe :
Tre civette (Scenica Frammenti – Pisa)
La pietra e il bambino (Teatro gioco Vita – Piacenza)
III – IV e V classe :
Ulisse (Tib Teatro – Belluno)
24583 piccole meraviglie (Scarlattine Teatro)


Cartellone Scuole secondarie I grado:
Un gommone carico di Europei (Elsinor Teatro Stabile d’innovazione)
Paladini di Francia (Cantieri Teatrali Koreja – Teatro Stabile d’innovazione del Salento)


Cartellone Scuole secondarie di II grado:

 

La brocca rotta (Teatro Stabile di Bolzano)
L’officina – Storia di una famiglia (Teatro Stabile di Bolzano)
Ifigenia, dove sei? (Graziano Hueller)
I ragazzi irresistibili (Teatro Stabile di Genova)
La Rosa Bianca (Teatro Stabile di Bolzano)
I vicini (Teatro Stabile di Bolzano)
Option (Vereinigte Bühnen Bozen)
Tschick (VereinigteBühnen Bozen)