TEATRO STABILE: GASSMANN, PAOLINI, SOLENGHI, BRANCIAROLI E BONACELLI TRA I PROTAGONISTI DELLA STAGIONE 2013 / 2014 DEL TEATRO STABILE DI BOLZANO

 

La sessantaquattresima stagione del Teatro Stabile di Bolzano si apre con una piéce che rappresenta un ideale ponte culturale tra tradizione teatrale italiana e tedesca, ovvero La brocca rotta di Heinrich von Kleist. Quella che senza alcun dubbio si può definire la più bella commedia del teatro tedesco sarà diretta da Marco Bernardi e interpretata dallo stesso cast che ha portato al successo Il malato immaginario: Paolo Bonacelli, Patrizia Milani e Carlo Simoni. 

AAF113933 mediumAngela Demattè, Andrea CastelliLucrezia Lante della Rovere webLucrezia Lante Della Rovere

Le altre due produzioni dello Stabile sono, come di consueto, due novità assolute. L’officina – Storia di una famiglia, il testo scritto da Angela Demattè per Teatro Stabile di Bolzano e CSC-Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento, messo in scena da Carmelo Rifici con Andrea Castelli e la stessa Demattè, è la storia di una famiglia di artigiani trentini dagli anni Trenta ad oggi, focalizzata sul tema del lavoro e dei suoi mutamenti. Chiuderà la stagione la nuova commedia di Fausto Paravidino, I vicini, dedicata alle paure spesso ingiustificate della nostra quotidianità. Accanto alle nuove produzioni la stagione 2013/2014 prevede la ripresa di tre spettacoli di successo: Il malato immaginario di Molière che raggiungerà 170 repliche, La rosa bianca di Lillian Groag e Exit di Fausto Paravidino. 

Molto interessanti le altre proposte del cartellone "La Grande Prosa": RIII - Riccardo Terzo di William Shakespeare, diretto e interpretato da Alessandro Gassmann in una sorta di confronto artistico con l’edizione del padre Vittorio; ITIS Galileo di e con Marco Paolini, uno degli spettacoli più intensi dell’artista veneto che ha reinventato il teatro di narrazione; I ragazzi irresistibili di Neil Simon, strepitosa commedia diretta da Marco Sciaccaluga con due protagonisti d’eccezione come Eros Pagni e Tullio Solenghi; Il teatrante di Thomas Bernhard, diretto e interpretato con maestria da Franco Branciaroli; Miseria e nobiltà, esilarante vaudeville di Eduardo Scarpetta, messo in scena e recitato da Geppy Gleijeses con Lello Arena e Marianella Bargilli; John Gabriel Borkman, capolavoro di Henrik Ibsen, regia di Piero Maccarinelli, con Massimo Popolizio, Lucrezia Lante della Rovere e Manuela Mandracchia; Pantani, lo spettacolo che Marco Martinelli ed Ermanna Montanari hanno dedicato allo sfortunato campione romagnolo. 

Nella stagione "Altri Percorsi", programmata in collaborazione con Fies Factory e Centro S. Chiara, lo Stabile presenterà gli spettacoli di alcuni dei più interessanti gruppi di giovani artisti della nuova scena nazionale: Codice Ivan, Anagoor, Teatro Sotterraneo e Macelleria Ettore.
La vendita dei nuovi abbonamenti alla stagione La Grande Prosa si svolgerà dall’1 ottobre al 10 novembre presso le Casse del Teatro Comunale di Bolzano, in Piazza Verdi 40 (tel. 0471 053800).

 

Informazioni: Teatro Stabile di Bolzano T 0471 301566

 

www.teatro-bolzano.it