Rossella Arcaini, Oscar Bettini, Lucas Joaquin Da Tos, Chantal Michela, Beatrice Bizzozero, Max Meraner, Diletta La Rosa, Silvia Gigante, Andrea Pedrotti, Giacomo Santi, Arianna Della Ratta, Silvia Galli, Davide Mariotti, Caterina Biasi, Marco Serena, Martina Bacher, allievi del corso guidati da Flora Sarrubbo con il coordinamento di Andrea Brandalise, hanno scelto un grande classico come Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare per concludere il loro intenso percorso di approfondimento del teatro e dei suoi linguaggi, che si è snodato lungo la stagione teatrale. IMG 1962-medium SAGGIOBZincontro con Elio De Capitani
A conclusione della quinta edizione del corso "Giovani in scena", si è scelto di presentare uno dei massimi capolavori del teatro di tutti i tempi, scritto da William Shakespeare nel 1595. Dopo un percorso di un anno fatto di laboratori, incontri con artisti come Laura Marinoni, Vinicio Marchioni, Giulio Scarpati ed Elio De Capitani, e visioni guidate agli spettacoli, il gruppo di ragazzi è cresciuto, rafforzando la propria passione per il teatro. Il saggio finale diventa quindi l'occasione per mettere in scena il "loro" Sogno di una notte di mezza estate: uno spazio virtuale necessario, dall'esperienza del quale non ci si può sottrarre. Evocato, cercato, voluto, il sogno si materializza nel teatro che è il bosco che accoglie i quattro amanti e muove in loro il desiderio, la paura, la passione. L'amore diventa un viaggio tra l'incertezza del rifiuto e l'incubo della perdita della propria libertà, all'ombra della risata ironica di un Puck inafferrabile che cambia le carte al tavolo del destino e della magia primitiva di Oberon suo padrone. In proscenio il piccolo teatrino del burattinaio Bottom che prova la recita da fare alla corte di Teseo, diventa lo specchio di ciò che accade nella storia degli amanti, confondendo tragedia e commedia fino a mescolarli del tutto.
In scena, studenti alla loro prima esperienza teatrale si affiancano a coloro che frequentano il corso da anni, interpretando i ruoli previsti dal Bardo sulle musiche originali composte da Max Meraner, allievo di "Giovani in scena". Le luci sono di Micha Beyermann.
Per assistere al saggio a ingresso gratuito, è necessario ritirare l'invito venerdì 24 maggio dalle 15.00 alle 19.00 presso le casse del Teatro Comunale (Sala Grande) oppure la sera di venerdì 24 o sabato 25 dalle 19.00 alle 20.30 presso la cassa del Teatro Studio.