ALTRI PERCORSI / ARTE DELLA DIVERSITA' PRESENTA "PINOCCHIO" IL NUOVO SPETTACOLO DELLA COMPAGNIA "BABILONIA TEATRI" IL 22 FEBBRAIO AL TEATRO COMUNALE DI BOLZANO

 

Raccontare, fotografare, fermare delle schegge di realtà per portarle sul palcoscenico e essere specchio del mondo in cui viviamo è sempre stato il proposito della giovane compagnia "Babilonia Teatri" di Verona capitanata da Valeria Raimondi e Enrico Castellani sin dal 2005, anno della sua fondazione. Il loro teatro si è sempre nutrito del mondo e ha sempre cercato di
esprimere con cinismo e affetto l'indignazione e la rabbia nei confronti di una società malata, con la matura consapevolezza di non essere immune alle contraddizioni che incarna.

"Pinocchio" è il nuovo progetto teatrale della compagnia, che verrà presentato venerdì 22 febbraio alle 20.30 nel Teatro Studio del Comunale di Bolzano, come secondo appuntamento della rassegna "Altri Percorsi / Arte della Diversità". Il delicato tema del risveglio alla vita di coloro che sono usciti dal coma è il tema centrale dello spettacolo, realizzato in stretta collaborazione con "Gli Amici di Luca", compagnia teatrale costituita da persone con esiti di coma.Pinocchio

Guidati dalla voce di Enrico Castellani, in scena Paolo Facchini, Luigi Ferrarini e Riccardo Sielli interpretano il personaggio fiabesco di Pinocchio, lo vivono, lo rivivono, lo raccontano, attraverso la loro esperienza personale, attraverso il racconto, ora ironico, ora drammatico, dell'incidente, del coma, del dopo. "Pinocchio" si ispira all'omonima opera di Collodi, nucleo generatore di una serie di riflessioni sulla vita, sulla sua fragilità e la sua forza, sulla volontà, sulle scelte fatte e quelle mancate. A precedere il debutto dello spettacolo, che sta riscuotendo grande successo di pubblico e critica, un percorso di preparazione scandito da una lunga serie di incontri nel laboratorio teatrale permanente della "Casa dei Risvegli Luca De Nigris" di Bologna tra la fine del 2011 e la primavera del 2012.

"E' da un po' di tempo che avevamo voglia di fare uno spettacolo a partire da una suggestione letteraria, ma non volevamo un testo teatrale che ci avrebbe costretti dentro briglie troppo strette – spiegano Valeria Raimondi ed Enrico Castellani. Pinocchio in Italia è la fiaba per antonomasia, appartiene al nostro immaginario collettivo. Per noi mettere in scena "Pinocchio" è proseguire un percorso e una ricerca volta a creare un teatro che sia in grado di essere popolare, nel senso di leggibile, magari a livelli diversi, da tutti i pubblici".

Insieme, "Babilonia Teatri" e "Gli Amici di Luca" hanno saputo portare in scena un approccio al dolore e alla malattia lieve, privo di retorica, e al tempo stesso carico di sottili valenze drammatiche in uno spettacolo che crea una profonda empatia con il pubblico. Un'ulteriore conferma della forza espressiva della compagnia veronese, che nel giro di 7 anni ha saputo conquistarsi due volte il Premio Ubu nella categoria novità italiana/ricerca drammaturgica, oltre al Premio Scenario vinto con "Made in Italy", spettacolo presentato a Bolzano nella rassegna "Altri Percorsi / Giovani" della stagione 2010/2011.

I biglietti sono in vendita presso le Casse del Teatro Comunale (piazza Verdi 40; tel 0471 053800) aperte dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.00 e il sabato dalle 10 alle 13;  online sul sito www.vipticket.it. Ricordiamo che ai giovani spettatori under 20 è riservato il prezzo speciale di € 6 a biglietto, come per gli abbonati alla Stagione "La Grande Prosa". Gli abbonati inoltre, possono utilizzare i loro buoni omaggio anche per la visione degli spettacoli della rassegna "Altri Percorsi / Arte della Diversità".

 

Foto: Marco Caselli Nirmal

 

Durata: 90 min. atto unico