MAURIZIO SCAPARRO E GIUSEPPE PAMBIERI PRESENTANO "LA COSCIENZA DI ZENO", CAPOLAVORO DI ITALO SVEVO DAL 5 AL 10 FEBBRAIO NELLE STAGIONI DELLO STABILE

 "La coscienza di Zeno", romanzo che ha rivoluzionato la scena letteraria italiana degli albori del Novecento, rivive nella stagione dello Stabile grazie alla regia di Maurizio Scaparro e
l'interpretazione di Giuseppe Pambieri. Fresco di debutto al Teatro Carcano di Milano, lo spettacolo sarà presentato in prima regionale martedì 5 febbraio al Teatro Puccini di Merano, per poi fare tappa alla Haus Michael Pacher di Brunico il 6 febbraio e giungere al Teatro Comunale di Bolzano dal 7 al 10 febbraio (ore 20.30, domenica ore 16.00).zeno A 33 Pambieri Enzo TurrinGiuseppe Pambieri, Enzo Turrin

 

Il fumo, il matrimonio, la morte del padre, la moglie, l'amante e persino il lavoro. Nella vita di Zeno Cosini nulla va come dovrebbe andare: dall'U.S., ovvero l'ultima sigaretta che ultima non sarà mai, al suo matrimonio con Augusta, l'unica di quattro sorelle che non avrebbe mai voluto sposare, alla fine della relazione con la giovane amante Carla. Ed è proprio il protagonista di queste disavventure a raccontarci in prima persona la sua tragicomica inettitudine nel diario destinato al Dottor S., suo psicanalista.

Pubblicato nel 1923, il capolavoro di Italo Svevo trovò la scena letteraria italiana ancora impreparata ad accogliere un testo dall'architettura nuova, che si discostava completamente dai canoni ottocenteschi. Zeno Cosini è un commerciante benestante che racconta in prima persona la propria vita in modo così ironicamente disincantato e distaccato che l'esistenza gli appare tragica e insieme comica. Zeno ha maturato alcune convinzioni: la vita è lotta, l'inettitudine non è più un destino individuale, ma un fatto universale, la vita è una "malattia" e la nostra coscienza un gioco comico e assurdo di autoinganni più o meno consapevoli. Con "La coscienza di Zeno", Svevo approfondisce la sua diagnosi della crisi dell'uomo contemporaneo che è tanto più grande quanto maggiore ne è l'autoconsapevolezza.

 

Vellaccio  PambieriAnna Paola Vellaccio, Giuseppe PambieriMaurizio Scaparro e Giuseppe Pambieri plasmano la messa in scena sull'adattamento teatrale realizzato nel 1964 da Tullio Kezich, indimenticato intellettuale triestino scomparso nel 2009, che seppe trasformare il romanzo in un'acutissima commedia, divertente e malinconica. L'umorismo e il difficile rapporto con il tempo sono i tratti salienti del suo personaggio: Pambieri, che nella sua lunga carriera ha saputo sapientemente alternare piccolo e grande schermo agli impegni teatrali, infonde al protagonista una drammaticità umoristica, una difficoltà di stare al mondo che lo rende buffo e goffo.

 Le sue continue amnesie lo costringono a dover scandire gli eventi più importanti della propria vita attraverso le ultime sigarette che ha fumato e trovano corrispettivo visivo nei grandi orologi che dominano i salotti borghesi ideati dallo scenografo Lorenzo Cutùli e negli strumenti musicali che suonano note ritmando il tempo in modo armonioso grazie alle musiche di Giancarlo Chiaramello. Enzo Turrin e Giancarlo Condè nei duplici ruoli del Dottor S. e di Giovanni Malfenti e del dott. Coprosice e di Enrico Copler affiancano Pambieri in scena.

I biglietti per le date di Bolzano e Brunico, acquistabili anche telefonicamente con carta di credito (0471 053800), o via internet (http://www.vipticket.it), sono in vendita presso la Cassa del Teatro Comunale di Bolzano secondo il seguente orario: dal martedì al venerdì dalle 10.00-13.00 e dalle 15.00-19.00; sabato dalle 10.00 alle 13.00 e un'ora prima dell'inizio di ogni rappresentazione. A Brunico la prevendita si svolge nelle Associazioni Turistiche e il giorno di spettacolo a partire dalle 19.00 presso le casse della HAus Michael Pacher.

La prevendita dei biglietti per la recita di Merano si svolge in tutte le librerie Athesia della provincia e presso il circuito Athesia Ticket, on line dal sito www.showtime-ticket.com; il giorno dello spettacolo presso la
Cassa del Teatro Puccini a partire dalle 17.00.

 

Durata: 135 min intervallo compreso