Cartella stampa 2016/2017

 

DAL 16 AL 19 MARZO UMBERTO ORSINI E MASSIMO POPOLIZIO INTERPRETANO “IL PREZZO” CAPOLAVORO DI ARTHUR MILLER

Dal 16 al 19 marzo (h. 20.30, domenica h. 16.00) nell’ambito della stagione dello Stabile, Umberto Orsini e Massimo Popolizio portano sul palcoscenico del Comunale di Bolzano “Il Prezzo”, capolavoro di Arthur Miller.
Qual è “Il Prezzo”? È quello che ognuno di noi paga per vivere. La nostra vita – sembra dirci Miller - è ancorata alle scelte operate nel passato. Col passare del tempo però, ciò che sembrava importante cambia, diventa a volte grottesco, a volte ridicolo, a volte tragico. È impossibile quindi per l'uomo distinguere in modo definitivo il bene dal male, perché tutto muta e tutto nella vita ha un prezzo, e tutto si paga, in un modo o nell’altro. Si può farlo subito, nell’immediato, saldando le conseguenze di atti e scelte che ci imbrigliano in determinate situazioni, oppure in un futuro che sembra non debba arrivare mai. Fino al momento in cui si presenta qualcuno, o qualcosa, che rivendica con urgenza la somma pattuita.

ilprezzo banner 2


Scritto nel 1968, “Il Prezzo” fotografa con spietata lucidità e amara compassione le conseguenze della devastante crisi economica avvenuta negli Stati Uniti nel ‘29. Figli di un padre che ha subito drammaticamente la crisi, Victor e Walter si incontrano dopo alcuni anni dalla sua morte per sgomberare l’appartamento in cui sono accumulati i mobili e gli oggetti raccolti dal genitore. Un vecchio broker è chiamato a stabilirne il prezzo. Da questo semplice spunto emergono tutte le incomprensioni e le menzogne che la paura della perdita improvvisa del benessere può esercitare su chi si dibatte nella crisi. Il crack finanziario ha portato i due fratelli a prendere strade completamente antitetiche: abbandonati gli studi nei quali brillava, Victor si è arruolato in polizia per poter mantenere il padre caduto in miseria; Walter al contrario, sottraendosi alle responsabilità familiari, ha proseguito il suo percorso accademico che lo ha reso un grande chirurgo. La vita familiare di Arthur Miller, uno dei maggiori drammaturghi americani della seconda metà del Novecento, riecheggia in questo spettacolo che indaga le conseguenze e i risvolti interpersonali di un disastroso fallimento economico, proprio come quello che investì l’industria tessile del padre Isidor dopo il ’29.
Capolavoro che in Italia ha conosciuto pochissime messe in scena, “Il Prezzo” rivive grazie alla nuova traduzione di Masolino D’Amico e la regia di Massimo Popolizio che in scena interpreta Victor Franz, affiancato da Umberto Orsini nei panni di Gregory Solomon, Alvia Reale in quelli di Ester Franz e Elia Schilton chiamato a interpretare Walter Franz. Questa nuova produzione della Compagnia Orsini, si avvale delle scene di Maurizio Balò, dei costumi di Gianluca Sbicca e del disegno luci di Pasquale Mari.
Quando scrisse “Il Prezzo”, Arthur Miller aveva già alle spalle il successo di opere come Erano tutti figli miei, Morte di un commesso viaggiatore e Uno sguardo dal ponte, affreschi maestosi e drammatici dell’altra faccia del sogno americano. A 48 anni di distanza dal suo debutto a New York al Morosco Theatre di Broadway, in un’epoca dominata dall’incertezza quale la nostra, "Il Prezzo" sembra essere più attuale che mai.
I biglietti per lo spettacolo sono acquistabili alle Casse del Teatro Comunale di Bolzano aperte dal martedì al venerdì dalle 11 alle 14 e dalle 17 alle 19, il sabato dalle 11 alle 14 e i giorni di spettacolo a partire da un’ora prima dell’inizio della rappresentazione. On-line su questo sito.

Created: 01/03/2017 17:13