Cartella stampa 2016/2017

 

LUNEDÌ 24 OTTOBRE ALLE 20.30 AL FILMCLUB DI BOLZANO, DANIELE CIPRÌ PRESENTA “LA BUCA” IL SUO ULTIMO FILM INTERPRETATO DA SERGIO CASTELLITTO, ROCCO PAPALEO E VALERIA BRUNI TEDESCHI IN UNA SERATA NATA IN COLLABORAZIONE CON IL TEATRO STABILE DI BOLZANO


Regista, autore e pluripremiato direttore della fotografia, in queste settimane Daniele Ciprì è impegnato a Bolzano con le prove del suo spettacolo “Wonderland”, interpretato tra gli altri da Stefano Bollani, che inaugurerà la stagione del Teatro Stabile giovedì 3 novembre. In occasione della presenza a Bolzano di quella che sicuramente si può definire una delle personalità più vitali, singolari e ironicamente sovversive del cinema italiano, lunedì 24 ottobre alle 20.30 Teatro Stabile e Filmclub dedicano una serata a “La Buca”, l’ultimo film diretto dal regista palermitano.
Interpretato da un’inedita coppia comica formata da Sergio Castellitto e Rocco Papaleo, “La Buca”, pellicola che verrà presentata agli spettatori da Ciprì nella sala 2 del Capitol (via Dr Streiter, 8/D), segna l’inizio della collaborazione tra il regista di Cinico Tv e il funambolico pianista Stefano Bollani, autore di parte della colonna sonora.

Il lungometraggio girato poco più di due anni fa, immerge gli spettatori nel mondo grottesco, senza tempo né luogo definito, che caratteLa Buca Cipri Castellitto IAC4473rizza l’immaginario di Ciprì. Qui si incontrano Oscar, avvocato fallito che vive di piccole truffe, e Armando, ex detenuto innocente appena uscito di galera dopo aver scontato 27 anni di carcere al posto di un altro. Oscar (Sergio Castellitto) è convinto di poter far ottenere ad Armando (Rocco Papaleo) un risarcimento milionario, così inizia una strana convivenza. Tra loro una barista dal cuore sensibile, Carmen (Valeria Bruni Tedeschi), e un bastardino, Internazionale. «Sono partito da un'idea realistica. Io rubo caratteri che vedo girando per la città in bus o in metro e li porto nel mio immaginario, un luogo dove il cinema del passato è più frutto di un'evocazione che una citazione», commenta Ciprì. «Ho voluto che la mia intenzione fosse chiara fin dai titoli di testa realizzati in forma di cartoon... volevo che la mia storia fosse chiaramente una favola in forma di disegno. Con il mio cinema mi piace raccontare qualche cosa che esiste, ma spostandolo in un contesto grottesco, surreale, che mi allontana molto dal resto del cinema italiano».
Il prezzo del biglietto è di € 8. Gli abbonati alla nuova stagione dello Stabile hanno diritto a un biglietto ridotto a € 6,50, esibendo l’abbonamento alle casse del Filmclub. I biglietti sono prenotabili telefonicamente al numero telefonico 0471 05 90 90 da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15 alle 17.00.


Created: 17/10/2016 16:32