Cartella stampa 2015/2016

 

 “ALTRI PERCORSI” AL VIA IL 3 FEBBRAIO IL FESTIVAL DEL TEATRO DI RICERCA

Un festival dedicato alle personalità, alle compagnie e agli spettacoli più interessanti del panorama nazionale e non solo: gli appuntamenti della rassegna “Altri Percorsi” che si concentreranno per la maggior parte dal 3 al 13 febbraio nel Teatro Studio del Comunale di Bolzano, avranno per protagonisti Danio Manfredini, Silvia Gallerano e Cristian Ceresoli, la compagnia Babilonia Teatri e Marta Cuscunà.
Sarà il “maestro invisibile” Danio Manfredini a inaugurare la rassegna mercoledì 3 febbraio con “Tre studi per una crocifissione”, spettacolo divenuto ormai di culto, che prende il titolo da un trittico del pittore Francis Bacon. Vincitore di quattro Premi Ubu, gli Oscar del teatro italiano, Manfredini porta in scena tre soggetti marginali accomunati dalla loro solitudine e dal loro stato di abbandono. Sabato 6 febbraio Silvia Gallerano, artista e performer straordinaria, interpreterà “La Merda”, opera scritta da Cristian Ceresoli. Scandaloso, crudo, entusiasmante, devastante, indimenticabile, scioccante, commovente: questo monologo, che ha fatto incetta di premi anche al Fringe Festival di Edimburgo, è stato definito in molti modi. Uno spettacolo di “rottura”, un affresco della condizione umana, un inno alla vita umiliata dall’inseguimento del successo, travolta dal consumismo, in cui la voce della protagonista si trasforma a poco a poco in coscienza comune. “Jesus” è il titolo dello spettacolo presentato mercoledì 10 febbraio in cui la corrosiva compagnia veronese Babilonia Teatri, composta da Valeria Raimondi ed Enrico Castellani narrerà, secondo il suo affilato punto di vista, una delle storie più note dell’umanità, quella di Gesù, interrogandosi su quale ruolo abbia la religione nella nostra vita.

AP Jesus EC web


Da un sorprendente fatto di cronaca prende spunto lo spettacolo “Sorry, Boys” di Marta Cuscunà in scena sabato 13 febbraio. Otto anni fa, 18 ragazze di una scuola superiore americana, tutte sedicenni, rimasero incinte contemporaneamente. La vicenda sembra essere stata pianificata con un patto segreto: le ragazze avrebbero deciso di avere un figlio nello stesso momento per aiutarsi e allevare i bambini. Famosa a livello internazionale per il suo talento eclettico e per le sue performance con i pupazzi, in questo spiazzante spettacolo la giovane attrice friulana “mette al muro” i grandi esclusi da questa vicenda: i professori, i genitori e soprattutto i giovani maschi, interrogandosi su come stiano oggi e sul modello di mascolinità a cui aspirano.
A concludere la rassegna “Altri Percorsi” domenica 29 maggio alle 21.00 al Teatro Cristallo sarà lo spettacolo “Pale Blue Dot - Pallido Pallino Blu” scritto e interpretato da Andrea Brunello della compagnia Arditodesìo di Trento. “Pale Blue Dot” che è un’espressione affettuosa per chiamare il nostro Pianeta Terra, è il progetto vincitore del Premio nuova_scena.tn, indetto dal Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento in collaborazione con il Teatro Stabile di Bolzano e il Coordinamento Teatrale Trentino che affronta il tema di una rivoluzione ormai necessaria ma oggettivamente complicatissima, cioè quella che deve portare il genere umano verso uno stato di sostenibilità, allontanandolo dal baratro del collasso sociale e ambientale.
I biglietti per gli spettacoli della rassegna “Altri Percorsi” sono acquistabili alle casse del Teatro comunale di Bolzano in Piazza Verdi 40, aperte dal martedì al venerdì dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 19.00 e il sabato dalle 11.00 alle 14.00.  I giorni di spettacolo a partire da un’ora prima dell’inizio della rappresentazione. La prevendita si svolge anche online, sul sito www.teatro-bolzano.it

 

nelle foto: Silvia Gallerano / fotocredit: Valeria Tomasulo ; Valeria Raimondi / fotocredit Eleonora Cavallo

 

Created: 25/01/2016 15:48