NATALINO BALASSO IN SCENA CON IL SUO RUZANTE DAL 3 AL 7 DICEMBRE IN PROVINCIA 

 

"Balasso fa Ruzante” lo spettacolo che vede Natalino Balasso nei panni di autore e interprete della nuova stagione del TSB che ha debuttato il 25 novembre al Comunale di Bolzano, proseguirà la tournée in Alto Adige dal 3 al 7 dicembre a Bressanone, Vipiteno, Merano e Brunico . 

 

“Balasso fa Ruzante. Amori disperati in tempo di guerre”, spettacolo scritto da Natalino Balasso e interpretato assieme ad Andrea Collavino e Marta Cortellazzo Wiel. La regia è affidata a Marta Dalla Via, raffinata caratterista e profonda conoscitrice delle corde espressive di Balasso/ Ruzante, che dirige questo ensemble affiatato, tessendo i fili e i toni di questa commedia e calibra slancio comico con poetica drammatica. Le scene sono ideate da Roberto Di Fresco, i costumi da Sonia Marianni e il disegno luci è affidato a Luca dé Martini di Valle Aperta.

La tournée proseguirà in Alto Adige dal 3 al 7 dicembre a Bressanone, Vipiteno, Merano e Brunico alle ore 20.30. 

I biglietti per lo spettacolo sono in vendita presso le Casse del Teatro Comunale (mart-ven 11-14 e 17-19 e sab 11-14). I biglietti singoli sono in vendita anche on-line sul sito teatro-bolzano.it e sulla App Teatro Stabile di Bolzano (iOs e Abdroid).


Balasso ha intrecciato una selezione di testi tratti dall’opera di Angelo Beolco, attore e commediografo padovano del Rinascimento, famoso per aver dato vita al personaggio di Ruzante, un contadino padovano ruspante, famelico e poltrone. L’universo evocato dalle opere di Ruzante –una vera e propria eccezione nella letteratura rinascimentale - è popolato da villani rudi ed elementari e improntato da un'esaltazione semiseria dell'energia grezza degli istinti. La forza delle commedie di Ruzante nasce dalla comicità vitale e allo stesso tempo amara che le pervade e dal dirompente realismo espressivo. «Nella sua riscrittura, Balasso ha reinventato la lingua di Ruzante che usava il dialetto pavano intriso di diversi linguaggi e portando in scena un gergo che mantiene senso e suono dell’originale» commenta Marta Dalla Via «Un neo-dialetto obliquo, abbondante e spassoso, che rende concrete tre figure toccanti: l’amico rivale Menato, Gnua donna sottoposta eppure dominante e lo stesso Ruzante. Un uomo contemporaneamente furbo e credulone, pavido eppure capace di uccidere, un eroe comico dentro il quale scorre qualcosa di primitivo che lo rende immortale».

 

foto: Luca Guadagnini / Lineematiche

 

LR-RuzanteLuca-Guadagnini-Y0A7921
LR-RuzanteLuca-Guadagnini-Y0A7929
LR-RuzanteLuca-Guadagnini-Y0A7936
LR-RuzanteLuca-Guadagnini-Y0A7941
LR-RuzanteLuca-Guadagnini-Y0A7947
LR-RuzanteLuca-Guadagnini-Y0A7954

La App del Teatro Stabile di Bolzano è il modo più immediato per rimanere aggiornati su tutti
gli spettacoli in programma in tutta la provincia.

Scarica l'applicazione ufficiale sul tuo smartphone da App Store e Google Play e registrati per scoprire
in anteprima alcuni dei titoli che abbiamo pensato per la Stagione 2021/22!

Teatro Stabile di Bolzano
Piazza Verdi, 40
Bolzano 39100
Tel. 0471 30 15 66
Fax 0471 327525

info@teatro-bolzano.it
teatrostabilebolzano@pec.it
P.IVA: 00143620219

Soci fondatori
Partner