LO STABILE DI BOLZANO GARANTISCE I CARTELLONI 2020/2021 E CONGELA FINO ALLA STAGIONE 2021/2022 GLI ABBONAMENTI, DATO CHE NON È ANCORA NOTO IL NUMERO DI SPETTATORI CHE POTRANNO ACCEDERE ALLE SALE

 

Per la prima volta nella storia del TSB, non è noto quante persone potranno assistere agli spettacoli, ma il presidio del teatro d’arte in provincia è saldo grazie a una stagione dominata dalle produzioni che avrà tra i protagonisti Rocco Papaleo, Ottavia Piccolo, Ugo Pagliai, Paola Gassman, Paolo Pierobon, ma anche Fausto Paravidino e Paolo Rossi

La stagione 2020/2021 sarà densa di contenuti e inaugurerà ad ottobre. Se lo tsunami Covid-19 ha costretto all’interruzione la stagione 2019/2020, l’ente bolzanino intende mantenere intatta la programmazione per la prossima stagione.

UGOPAGLIAI PAOLAGASSMAN banner

Ora più che mai, il presidio sul territorio del teatro d’arte deve essere saldo per salvaguardare la finalità per cui il TSB venne fondato giusto 70 anni fa, nel 1950: diffondere la cultura teatrale sul territorio locale e nazionale. Lo Stabile di Bolzano è un ente produttore di spettacoli: questa sua peculiarità permette all’ente di assicurare al pubblico la programmazione delle stagioni ‘20/’21. Rocco Papaleo, Ottavia Piccolo, Ugo Pagliai, Paola Gassman, Paolo Pierobon, ma anche Stefano Massini, Fausto Paravidino e Paolo Rossi sono solo alcuni dei protagonisti dei cartelloni 2020/2021 che verranno proposti dal Teatro Stabile a Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico e Vipiteno. Le prove delle nuove produzioni stanno per riprendere, mentre gli allestimenti per il teatro diffuso in programma in autunno stanno entrando nell’ultima fase di progettazione.

ottaviaPiccolo2

Per la prima volta nella lunga storia del TSB non è noto quante persone potranno assistere agli spettacoli in programma. Per far fronte a questa situazione inedita, con grande rammarico il TSB sospende provvisoriamente le vendite e le riconferme degli abbonamenti e congela quelli in essere, perché non può garantire lo stesso posto e turno agli abbonati. Gli oltre 3000 abbonati (sia annuali sia triennali) potranno ritrovare posto e turno nella stagione 2021/2022.
Per assistere agli spettacoli della prossima stagione occorrerà acquistare i biglietti singoli per ogni evento in cartellone.
La pandemia obbliga a ripensare la modalità di partecipazione agli spettacoli, a nuovi modelli di fruizione e a nuovi format teatrali. Gli autori, gli attori, gli artisti, gli organizzatori, i tecnici, gli operatori che collaborano con lo Stabile di Bolzano si dedicheranno – anima e corpo – a garantire il diritto al teatro … per tornare, anche gradualmente se necessario, a gremire le sale.