Cartella stampa 2021/2022

 

LEO GULLOTTA PROTAGONISTA DELLE STAGIONI DELLO STABILE CON “BARTLEBY LO SCRIVANO” DAL 14 AL 18 FEBBRAIO A BOLZANO (TEATRO CRISTALLO), BRESSANONE, BRUNICO, VIPITENO E MERANO

Liberamente ispirato al racconto di Herman Melville, la spettacolo scritto da Francesco Niccolini vede Gullotta affiancato in scena da Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti e Lucia Socci, per la regia di Emanuele Gamba.

Il silenzio inspiegabile di Bartleby - interpretato in questa rilettura teatrale da un intenso Leo Gullotta - ci turba e ci accompagna dal 1853, da quando Melville pubblicò il racconto Bartleby the Scrivener: a Story of Wall Street. Prodotto da Arca Azzurra Teatri, lo spettacolo verrà presentato lunedì 14 febbraio al Teatro Cristallo nell’ambito della stagione In Scena alle 21.00, martedì 15 al Forum di Bressanone alle 20.30, mercoledì 16 all’Haus Michael Pacher di Brunico, giovedì 17 al Teatro Comunale di Vipiteno e venerdì 18 febbraio al Puccini di Merano sempre alle 20.30.
Abituati all’idea di sviluppo senza limite con la quale siamo cresciuti, la figura di questo scrivano ci lascia spiazzati: in lui nessuna aspirazione alla grandezza, solo rinuncia. «Bartleby, per favore, vuoi essere un po’ ragionevole?» «Avrei preferenza a non essere un po’ ragionevole.» Un ufficio, a Wall Street o in qualunque altra parte del mondo. Uno studio di un avvocato in cui ogni giorno scorre secondo le regole di un moto perpetuo beatamente burocratico, meccanico e insensato. In questo ufficio un giorno viene assunto un nuovo scrivano. Ed è come se in quel posto sempre uguale a se stesso da chissà quanto tempo, fosse entrato un vento inatteso, che manda all’aria il senso normale delle cose e della vita. Si chiama Bartleby e copia e compila diligentemente le carte che il suo padrone gli passa. Finché un po’ di sabbia finisce nell’ingranaggio e tutto si blocca. Senza una ragione. Senza un perché. Un giorno Bartleby decide di rispondere a qualsiasi richiesta dalla più semplice alla più normale in ambito lavorativo, con una frase che è rimasta nella storia: «Avrei preferenza di no».
Solo quattro parole, dette sottovoce, senza violenza e senza senso, ma tanto basta. Un gentile rifiuto che paralizza il lavoro e la logica, una sorta di inattesa turbolenza atmosferica che sconvolge tanto l’ufficio che la vita intima del datore di lavoro. Bartleby si spegne. Sta inerte alla scrivania, poi in piedi per ore a guardare verso la finestra; smette di uscire durante le pause, non beve, non mangia, arriverà a dormire di nascosto nell’ufficio. Il fatto è che Bartleby, semplicemente, ha deciso di negarsi. Perché? La regia di Emanuele Gamba dà risalto allo spessore attoriale di Gullotta, affiancato in scena da una compagnia molto affiatata composta da Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti e Lucia Socci. Le scene sono di Sergio Mariotti, i costumi di Giuliana Colzi e le luci Marco Messeri.
I biglietti per la recita di lunedì 14 febbraio al Teatro Cristallo di Bolzano si possono acquistare presso la cassa del Teatro Cristallo, aperta dal lunedì al venerdì dalle 16.30 alle 18.30 e il giovedì e il sabato dalle 10 alle 12 e sul sito www.teatrocristallo.it
I biglietti per le recite di Merano, Brunico, Vipiteno e Bressanone sono acquistabili on-line sul sito www.teatro-bolzano.it; scaricando la App Teatro Stabile di Bolzano (iOs e Android) e nei giorni di spettacolo a partire dalle 19.30 presso le casse dei rispettivi teatri.

foto credit / Luca Del Pia

È TORNATA LA NOSTRA RASSEGNA ESTIVA!

Scarica e consulta il programma di FUORI!22 direttamente dal tuo cellulare o dal tuo PC.

 

PROGRAMMA

Teatro Stabile di Bolzano
Piazza Verdi, 40
Bolzano 39100
Tel. 0471 301566
Fax 0471 327525

info@teatro-bolzano.it
teatrostabilebolzano@pec.it
P.IVA: 00143620219

Soci fondatori
Partner