Cartella stampa 2021/2022

Paolo Fresu, Ottavia Piccolo, Natalino Balasso, Claudio Bisio, Valerio Binasco, Umberto Orsini, Lucia Poli, Pippo Delbono, Anna Della Rosa, Paolo Pierobon, Silvio Orlando, Antonio Rezza, Ugo Dighero, Danio Manfredini, Rosanna Naddeo, Tindaro Granata, Sara Bertelà e Michele Placido tra i protagonisti del nuovo anno teatrale.

30 titoli in sei cartelloni indipendenti per un totale di 112 alzate di sipario in tutta la provincia. A Bolzano al Teatro Comunale e al Teatro Cristallo, Merano, Bressanone, Brunico e Vipiteno il Teatro Stabile presenta una stagione ad ampio raggio, sia dal punto di vista della varietà di sguardi artistici, sia per il numero di spettacoli che vengono presentati nel corso dell’anno teatrale 21/22.
A Bolzano la Stagione 2021/ 2022 si compone di 19 spettacoli nella Sala Grande del Teatro Comunale. Cinque le produzioni e le coproduzioni che suggellano collaborazioni con gli artisti e le realtà teatrali più interessanti e vitali del panorama italiano.
Le normative relative al riempimento delle sale sono in continua evoluzione e anche per questa stagione il TSB si trova quindi costretto a vendere solo i biglietti singoli per gli spettacoli in cartellone. In accordo con i principali enti teatrali della città (VBB, Fondazione Orchestra Haydn e Teatro Cristallo), il TSB ha adottato una politica di prezzi semplificata che accentua ulteriormente l’accessibilità da parte di un vasto pubblico: le fasce di prezzo sono solo tre: €15 biglietto intero, €10 ridotto, €6 Under 26. Agli abbonati 2019/2020 riserva il prezzo ridotto di €10. I biglietti per tutti gli spettacoli sono in vendita alle casse del Teatro Comunale di Bolzano, sul sito www.teatro-bolzano.it e si possono acquistare inoltre scaricando l’APP Teatro Stabile di Bolzano (iOs e Android). In quest’anno di transizione, il TSB coglie l’occasione per sperimentare alcune novità sia dal punto di vista di orario delle rappresentazione, sia da quello della tenitura degli spettacoli che varia dai consueti quattro giorni (dal giovedì a domenica), alla data unica.
Inaugura la stagione 2021/2022 “Tango Macondo. Il venditore di metafore”, la nuova produzione dello Stabile che fonde narrazione a musica popolare, tanghi, riti arcaici e contemporaneità. Lo spettacolo le cui prove sono iniziate questo pomeriggio e che debutterà in prima assoluta al Comunale di Bolzano giovedì 28 ottobre alle 20.30, è scritto e diretto da Giorgio Gallione sulle musiche composte ed eseguite dal vivo da Paolo Fresu. Un viaggio ai confini tra delirio e geografia interpretato da Ugo Dighero, Rosanna Naddeo e Paolo Li Volsi, in dialogo continuo con il trio composto da Fresu, Daniele di Bonaventura e Pierpaolo Vacca e con i danzatori Francesca Zaccaria, Valentina Squarzoni, Angela Babuin e Luca Alberti.
“Balasso fa Ruzante (Amori disperati in tempo di guerre)” è un altro spettacolo nato e cresciuto a Bolzano e coprodotto con ERT Emilia Romagna Teatro – Teatro Nazionale. Balasso riscrive l’opera di Angelo Beolco detto il Ruzante e interpreta questo nuovo testo teatrale, nato da una raffinata e profonda ricerca linguistica, assieme ad Andrea Collavino e Marta Cortellazzo Wiel. A dirigerli Marta Dalla Via, raffinata caratterista e profonda conoscitrice delle corde espressive di Balasso/ Ruzante.
Rocco Papaleo assieme a Fausto Paravidino sono i protagonisti principali di “Peachum. Un’opera da tre soldi”, lo spettacolo che Paravidino ha scritto ispirandosi a Bertolt Brecht, una coproduzione del TSB con il Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale. Per la prima volta assieme sul palcoscenico, Papaleo e Paravidino affiancati da Davide Lorino, Romina Colbasso, Marianna Folli, Iris Fusetti e Daniele Natali, portano in scena questa epopea dedicata all’antieroe Peachum, re dei mendicanti.
La collaborazione con lo Stabile di Torino si rinsalda grazie alla produzione di “Casa di Bambola” di Henrik Ibsen diretto e interpretato da Filippo Dini. Questa nuova rilettura del dramma di Ibsen vede Dini in scena assieme a Deniz Özdoğan, Orietta Notari, Andrea Di Casa, Eva Cambiale e Fulvio Pepe.
Dalla sinergia tra talenti e personalità di rilievo è nato in seno allo Stabile bolzanino anche “Eichmann. Dove inizia la notte” di Stefano Massini. In questo dialogo di squassante semplicità Massini, autore rappresentato in tutto il mondo, immagina il confronto tra la filosofa e politologa Hannah Arendt e Adolf Eichmann. A interpretare questo spettacolo nato dalla coproduzione tra TSB e Stabile del Veneto, troviamo Ottavia Piccolo e Paolo Pierobon, diretti da Mauro Avogadro.
Claudio Bisio, Valerio Binasco, Umberto Orsini, Lucia Poli, Pippo Delbono, Anna Della Rosa, Silvio Orlando, Antonio Rezza, Arturo Cirillo, Danio Manfredini, Valter Malosti, Tindaro Granata, Sara Bertelà e Michele Placido sono solo alcuni tra i protagonisti degli altri spettacoli in cartellone, mai come quest’anno aperto a tutte le forme del fare teatro d’arte.
Coloro che si assicureranno entro il 14 novembre i biglietti per i 19 spettacoli avranno diritto a un prezzo scontato pari a 170 Euro.

La App del Teatro Stabile di Bolzano è il modo più immediato per rimanere aggiornati su tutti
gli spettacoli in programma in tutta la provincia.
Scarica l'applicazione ufficiale sul tuo smartphone da App Store e Google Play e registrati per scoprire
in anteprima alcuni dei titoli che abbiamo pensato per la Stagione 2021/22!

Teatro Stabile di Bolzano
Via  Piazza Verdi, 40
Bolzano
Tel. 0471 30 15 66
Fax 0471 327525

info@teatro-bolzano.it
teatrostabilebolzano@pec.it
P.IVA: 00143620219

Soci fondatori
Partner