Questa sera si recita a soggetto

IL TRIONFO DELLA MAGIA DEL TEATRO

 

di Luigi Pirandello
regia Marco Bernardi
scene Gisbert Jaekel
costumi Roberto Banci
luci Massimo Polo
con Patrizia Milani, Carlo Simoni
e con (in ordine alfabetico) Emanuele Cerra, Karoline Comarella, Corrado d’Elia, Alessio Dalla Costa, Andrea Deanesi, Stefano Detassis,  Sabrina Fraternali, Jacopo Giacomoni, Paolo Grossi, Sebastiano Kiniger, Alessandra Limetti, Marta Marchi, Max Meraner, Antonella Miglioretto, Giampiero Rappa, Giovanna Rossi, Irene Villa, Riccardo Zini

 

TEATRO STABILE DI BOLZANO

 

Bolzano: Teatro Comunale (Sala Grande)

Hinkfuss, un regista sperimentale e megalomane, tenta di mettere in scena uno spettacolo costringendo i suoi attori a improvvisare la parte sulla base di pochi elementi tratti da un breve racconto di torbida gelosia siciliana. Ma il confl itto tra regista e compagnia esplode inevitabilmente, mentre il pubblico rumoreggia perplesso e scandalizzato: tra divertimento da commedia e discussioni sull’arte teatrale gli attori riescono a cacciare il regista dal teatro e continuano la recita da soli. Con risultati sorprendenti. Ecco la trama di Questa sera si recita a soggetto, un happening teatrale scritto da Pirandello nel 1929 durante il suo esilio volontario a Berlino, dopo lo scioglimento della Compagnia del Teatro d’Arte, da lui fondata, diretta e fi nanziata. Dall’esperienza capocomicale appena conclusa e dal contatto con l’eff ervescente scena berlinese dominata dall’espressionismo, che ben presto avrebbe visto aff acciarsi gli astri di Brecht e Weill, era maturata la terza commedia della trilogia pirandelliana “del teatro nel teatro”, cominciata nel 1921 con Sei personaggi in cerca d’autore. Questa sera si recita a soggetto nasce con un intento polemico e si regge in funambolico equilibrio tra una piccola storia italiana di provincia e l’Europa del teatro dei grandi registi come Max Reinhardt. Una prepotente dialettica di suoni, di luci, di colori, di passioni elementari, dove alla fi ne trionfa la magia del teatro. Un capolavoro di caos organizzato, un testo spiazzante, moderno e antico allo stesso tempo. Vedere questa commedia è un po’ come assistere di nascosto alle prove di uno spettacolo, con l’enorme vantaggio che la drammaturgia è progettata e scritta da un autore Premio Nobel per la letteratura.

Durata 165 minuti, atto unico


Trento: Teatro Sociale dal 16 al 19 novembre h. 20.30

Brunico: Haus Michael Pacher lunedì 20 novembre h. 20.30

Bressanone: Forum mercoledì 22 novembre h. 20.30

Merano: Teatro Puccini lunedì 27 novembre h. 20.30

Padova: Teatro Verdi dal 29 novembre al 3 dicembre

Vipiteno: Teatro Comunale lunedì 4 dicembre h. 20.30

Genova:  Teatro della Corte dal 6 al 10 dicembre

Brescia: Teatro Sociale dal 14 al 17 dicembre

 

 scarica qui le foto di scena di Tommaso Le Pera

http://www.teatro-bolzano.it/news/877-questa-sera-si-recita-a-soggetto-di-pirandello-al-debutto-il-9-novembre