La nuova stagione “La Grande Prosa” si aprirà l’8 novembre nella Sala Grande del Teatro Comunale di Bolzano. Costellato di grandi protagonisti della scena italiana, il cartellone 2012/ 2013 presenterà spettacoli che hanno fatto la storia del teatro di tutti i tempi, commedie e drammi che hanno conservato intatto il loro potere evocativo nel corso dei secoli, affiancati da intense riletture di romanzi rappresentativi della nostra più stringente contemporaneità.

...continua

Positivo l’andamento del pubblico nella stagione 2011/2012 del Teatro Stabile di Bolzano: nonostante l’aggravarsi della crisi economica, la sessantaduesima stagione teatrale ha totalizzato 100.075 spettatori.

...continua

Anche quest'anno puoi destinare il 5x1000 dell’Irpef al Teatro Stabile di Bolzano. Non costa nulla e permette di sostenere i progetti culturali e gli spettacoli di una delle istituzioni teatrali più prestigiose d’Italia. E’ sufficiente inserire nella dichiarazione dei redditi il codice fiscale / partita Iva del Teatro Stabile 00143620219 nello spazio 5x1000 dedicato al “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale”. La Tua scelta diventa in questo modo un aiuto concreto!

...continua

Un padre e sua figlia, Margherita. Parlano e tentano di confrontarsi mese per mese, anno per anno sugli studi universitari, sulla passione di Margherita per la politica e su Renato, suo futuro marito. Una famiglia borghese e cattolica di Trento, un padre premuroso e all’antica, una figlia che diventerà presto Mara Cagol, fondatrice delle Brigate Rosse.

...continua

si è conclusa con successo la seconda stagione di repliche de "Il malato immaginario" l’ultima, esilarante commedia di Molière nella fortunatissima rilettura di Marco Bernardi che ha visto Paolo Bonacelli impersonare uno strepitoso Argante, affiancato da Patrizia Milani e Carlo Simoni a guidare un’affiatata compagnia composta anche da Xenia Bevitori, Gaia Insenga, Fabrizio Martorelli, Massimo Nicolini, Maurizio Ranieri, Giovanna Rossi, Libero Sansavini, Roberto Tesconi e Riccardo Zini.

...continua

Negli ultimi tre anni le “governance” del Teatro Stabile di Bolzano e del Centro Servizi Culturali S. Chiara, con il convinto sostegno delle Amministrazioni provinciali e comunali di Trento e Bolzano, hanno lavorato a un nuovo progetto di collaborazione per la realizzazione di un sistema teatrale regionale che consenta di operare ancora meglio dal punto di vista qualitativo, senza trascurare obiettivi di razionalizzazione nell’utilizzo delle risorse, in linea con i cambiamenti in atto in questi anni difficili per la finanza pubblica. Tale esigenza di rete è certamente la nuova frontiera delle politiche di settore al passo con l'Europa, anche in vista della candidatura del Nord-Est a Capitale Europea della Cultura 2019.

...continua

Il Teatro Stabile di Bolzano ha 60 anni: nel lontano 20 novembre del 1950 il regista milanese Fantasio Piccoli e i suoi giovani attori firmarono il documento che li impegnava “a far parte della Compagnia di prosa il Carrozzone (Teatro Stabile della Città di Bolzano)”.

...continua

Il Teatro Stabile di Bolzano ha 60 anni: nel lontano 20 novembre del 1950 il regista milanese Fantasio Piccoli e i suoi giovani attori firmarono il documento che li impegnava “a far parte della Compagnia di prosa il Carrozzone (Teatro Stabile della Città di Bolzano)”.

...continua