Willie Clark e Al Lewis. Una coppia di grandi comici in pensione si riunisce dopo anni di lontananza dal mondo dello spettacolo per riproporre il suo sketch più celebre davanti all’occhio indiscreto della telecamera. Ma la “reunion” non si rivelerà una passeggiata: molti saranno gli ostacoli da superare, inaspriti dallo scorrere degli anni e dagli acciacchi dell’età.
Grande classico della risata, “I ragazzi irresistibili” rivive grazie alla regia sapiente di Marco Sciaccaluga per il Teatro Stabile di Genova.
Scritta da Neil Simon negli anni della sua piena maturità, la commedia debuttò con grande successo nel dicembre 1973, trovando ben presto la via del grande schermo, con Walter Matthau e George Burns nel 1975, e della tv che propose l’inedita coppia Peter Falk e Woody Allen. Con questo spettacolo “il re della risata”, com’era stato definito Simon ai tempi de “La strana coppia”, rende omaggio alla vecchiaia di due grandi comici oltre a scrivere un’affettuosa testimonianza della gloriosa tradizione del vaudeville americano. “I ragazzi irresistibili” è infatti una pièce attraversata da una comicità calorosa e da una poetica nostalgia, con cui l’autore si rivela capace di mettere in luce la complessità umana dei suoi personaggi mantenendo intatta la brillantezza del dialogo, caratteristica che aveva reso famosi i suoi testi teatrali.
Non potevano essere che due attori di razza, per la prima volta insieme sul palco, a dare voce e corpo ai protagonisti: Tullio Solenghi è il pacifico Al Lewis che vive tranquillamente la propria vecchiaia, mentre Eros Pagni è il tormentato Willie Clark che non ha mai perdonato al socio di averlo privato del lavoro, mettendo la sua vita e la sua carriera sotto naftalina molto prima di quanto lui avrebbe voluto. Annota il regista Marco Sciaccaluga a proposito dello splendido testo di Simon: «C’è tanto di Cechov in questo capolavoro di Neil Simon, diventato oggi l’autore più rappresentato al mondo: il suo sguardo ironico sull’uomo, la sua nostalgia, il suo scanzonato “refrain” del tempo che passa… Due vecchi, due attori: in realtà nient’altro che due ragazzi, “irresistibili”, perché irresistibile è l’eterna tentazione che è la vita».
I biglietti per le recite di Bolzano, acquistabili anche telefonicamente con carta di credito (0471 053800), o via internet (http://www.teatro-bolzano.it), sono in vendita alle Casse del Teatro Comunale di Bolzano secondo il seguente orario: dal martedì al venerdì dalle 11.00-14.00 e dalle 17.00-19.00; sabato dalle 11.00 alle 14.00.
La prevendita dei biglietti per la replica di Merano si svolge in tutte le librerie Athesia della provincia e presso il circuito Athesia Ticket. Online sul sito www.showtime-ticket.com e il giorno dello spettacolo sono acquistabili a partire dalle 17.00 presso la Cassa del Teatro Puccini di Merano.