PRIMO APPUNTAMENTO CON “CHI E’ DI SCENA”,  IL TV MAGAZINE DEL  TEATRO STABILE DI BOLZANO:
 SU VIDEO33 E RTTR LA PANORAMICA DELLA STAGIONE  2012 /2013
 
Nuova stagione per il Teatro Stabile di Bolzano, nuovi appuntamenti con Chi è di scena, il tv-magazine di cultura teatrale e dello spettacolo del Teatro Stabile di Bolzano, in onda su Video33 e RTTR. 
Nella prima puntata di Chi è di scena sulle frequenze di Video33 lunedì 24 settembre alle ore 21.00 e 23.30 (in replica martedì 25 settembre alle 14.30) e su RTTR martedì 25 settembre, alle 22.30 e mercoledì 26 alle 11.30 e alle 00.30, il direttore del Teatro Stabile di Bolzano Marco Bernardi presenterà il cartellone bolzanino che inaugura con due testi capaci di lasciare testimonianza delle vicissitudini umane o di raccontare le pagine oscure del nostro recente passato: Troiane di Euripide e La Rosa Bianca di Lillian Groag.
Diretta da Marco Bernardi, la tragedia di Euripide sarà interpretata da Patrizia Milani, Carlo Simoni, Sara Bertelà e Corrado d’Elia. Presentata in prima italiana, La Rosa Bianca racconta il coraggio di Sophie Scholl, studentessa ventiduenne fondatrice assieme al fratello del movimento universitario “Die Weiße Rose”, che denunciava apertamente le atrocità del regime nazista. Dopo il grande successo di “Avevo un bel pallone rosso” Carmelo Rifici torna a dirigere Andrea Castelli, affiancato da Irene Villa e Alessio Genchi nei panni di Sophie e Hans Scholl. 
Euripide, Shakespeare, Molière, Italo Svevo, Tennessee Williams, Alan Bennett, Michael Frayn, Lillian Groag, Massimo Carlotto e Andrea Montali: la nuova stagione dello Stabile tratteggia il profilo di dieci autori, attraversando epoche e generi letterari differenti, dalle commedie ai drammi, per ribadire la centralità della scrittura e della parola recitata sul palcoscenico, affiancando artisti che hanno fatto la storia del teatro italiano agli interpreti più brillanti della scena di oggi, da Eros Pagni e Giulio Scarpati, a Giuseppe Pambieri e Vinicio Marchioni, da Laura Marinoni e Patrizia Milani a Maurizio Scaparro e Valerio Binasco, passando per Andrea Castelli ed Elio De Capitani.