CON “L’ORA DI RICEVIMENTO” FABRIZIO BENTIVOGLIO INTERPRETA UN PROFESSORE NELLA BANLIEUE FRANCESE PER LA REGIA DI MICHELE PLACIDO

 

Dal 7 al 10 dicembre Fabrizio Bentivoglio giunge nella stagione dello Stabile di Bolzano come protagonista dello spettacolo L’ora di ricevimento, scritto da Stefano Massini e diretto da Michele Placido per il Teatro Stabile dell’Umbria (gio - sab. h. 20.30, domenica h. 16.00).
Bentivoglio veste i panni del professor Ardeche, un insegnante di Lettere in una scuola media della banlieue di Tolosa: un uomo di mezza età, indurito da anni di ingrato lavoro in una realtà difficile, a contatto con allievi spesso ostili, figli di immigrati nordafricani, arabi, polacchi o indiani. Il suo sguardo disincantato, spesso stanco e rassegnato, si posa su di loro anno dopo anno scorgendone i malesseri, le difficoltà identitarie, i problemi familiari.
Una storia che Massini ha mutuato dalla realtà: «Nel 2011 — racconta — ero a Tolosa per lavoro e conobbi una professoressa che insegnava in una scuola sociale nella banlieue di Les Izards dove fra l’altro è cresciuto il giovane franco-algerino che l’anno dopo fu l’artefice di una strage. Ho scritto il testo quando, in seguito agli attentati avvenuti in Francia, ho ripensato alla testimonianza di quell’insegnante che mi descriveva il complicato rapporto con gli studenti e con i loro genitori». Da tale rapporto è nato il titolo del testo: il protagonista vede sfilare davanti a sé i padri e le madri dei suoi alunni, nell’orario di ricevimento, costretto a raccoglierne lamentele, rimostranze e ritrovandosi ingoiato nel vortice di etnie, culture, religioni che nulla hanno a che fare con la propria tradizione etnica, culturale, religiosa.


Ed è attraverso un incalzante mosaico di brevi colloqui con questa umanità assortita di madri e padri che prende vita sulla scena l’intero anno scolastico della classe Sesta sezione C. Al pubblico spetta il compito di immaginare i visi e le fattezze dei giovanissimi allievi, ognuno ribattezzato dal professor Ardeche con un ironico soprannome: l’Invisibile, il Primobanco, il Fuggipresto, Panorama, Raffreddore, il Boss, il Bodyguard, il Falsario, il Rassegnato, la Campionessa, il Cartoon, l’Adulto, ognuno protagonista a suo modo di un frammento dello spettacolo. Bentivoglio alterna toni drammatici a quelli ironici e porta alla luce un personaggio che si eleva a simbolo della difficile ricerca del dialogo tra esseri umani.
Dallo spettacolo emana il senso di frustrazione del professore: «Ardeche si trova in un avamposto della società civile — osserva Bentivoglio che nello spettacolo è affiancato da Francesco Bolo Rossini, Giordano Agrusta, Arianna Ancarani, Carolina Balucani, Rabii Brahim, Vittoria Corallo, Andrea Iarlori, Balkissa Maiga, Giulia Zeetti e Marouane Zotti — appartiene alla generazione anni ‘70 che ha provato a fare una rivoluzione senza riuscirvi. Ora, nonostante gli sforzi di insegnante onesto, è impreparato ad accogliere degli allievi che provengono da altre culture. La sua frustrazione nasce dalla difficoltà di comunicare con loro: lui parla di Voltaire o Baudelaire a ragazzi che hanno una storia “altra”. Il suo smarrimento è quello che viviamo noi occidentali». Aggiunge Massini: «Oggi contano solo i fatti e non le parole, che invece significano dialogo, apertura al confronto, e il mestiere di una persona che, come un professore di Lettere, consiste nell’esaltare la bellezza della poesia, della storia, dell’arte, non può non essere frustrante». Le scene sono di Marco Rossi, i costumi di Andrea Cavalletto, le musiche originali sono composte da Luca D’Alberto e il disegno luci di Simone De Angelis.
I biglietti per lo spettacolo sono acquistabili alle Casse del Teatro Comunale di Bolzano aperte dal martedì al venerdì dalle 11 alle 14 e dalle 17 alle 19, il sabato dalle 11 alle 14 e i giorni di spettacolo a partire da un’ora prima dell’inizio della rappresentazione. On-line sul questo sito.

 

 Guarda la fotogallery dello spettacolo: credit Alessandro Botticelli

lora-di-ricevimento-1
lora-di-ricevimento-1crop
lora-di-ricevimento-bentivoglio-2
lora-di-ricevimento-3
lora-di-ricevimento-2
lora-di-ricevimento-4
lora-di-ricevimento-5
lora-di-ricevimento-bentivoglio