PROSEGUE LA TOURNEE NAZIONALE DI "IN NOME DEL PADRE"

 

Dopo il fortunato debutto in prima assoluta al Piccolo Teatro di Milano di  lunedì 17 dicembre 2018, “In nome del padre”, produzione del Teatro Stabile di Bolzano diretta e interpretata da Mario Perrotta e scritta con la consulenza drammaturgica dello psicanalista Massimo Recalcati. prosegue la sua tournèe nazionale. Narratore sensibile, empatico e versatile, Perrotta è un ricercatore profondo e scrupoloso, vincitore di numerosi riconoscimenti tra cui citiamo tre Premi Ubu, gli Oscar del Teatro Italiano, due Premi Hystrio, il Jury Special Award alla TRT International Radio Competition e la Targa della Camera dei Deputati.
Terzo debutto nazionale quindi per il Teatro Stabile di Bolzano che in meno di due mesi ha varato altrettante produzioni di successo: “Tempo di Chet. La versione di Chet Baker” di Leo Muscato e Laura Perini con le musiche composte ed eseguite dal vivo da Paolo Fresu, che ha registrato numerosi sold out nel corso della sua tournée nazionale destinata a proseguire anche nelle prossime stagioni e Macbeth di William Shakespeare, interpretato da Fausto Russo Alesi e Arianna Scommegna affiancati dalla compagnia regionale. Lo spettacolo diretto da Serena Sinigaglia, che ha saputo letteralmente conquistare pubblico e critica, conoscerà l’anno prossimo una tournée nazionale.
In nome del padre” è solo uno dei tre spettacoli prodotti dallo Stabile bolzanino che verranno presentati a Milano, la principale piazza teatrale d’Italia: se il monologo di Perrotta debutterà il 17 dicembre al Piccolo Teatro di Milano, “Tempo di Chet. La versione di Chet Baker” e “Il senso della vita di Emma”, commedia che Fausto Paravidino ha scritto la passata stagione per la compagnia regionale, faranno parte della stagione del Teatro Elfo Puccini rispettivamente a gennaio e ad aprile.
A dare soddisfazioni non è solo il successo ottenuto dalle produzioni, ma anche i numeri vertiginosi delle campagne abbonamenti 2018/2019. Continua il trend positivo registrato nelle ultime stagioni: nonostante la vendita degli abbonamenti non si sia ancora conclusa definitivamente, gli abbonati hanno superato quota 2870.

 

foto di scena "In nome del Padre" di Luigi Burroni

 

In-nome-del-padrePerrotta-Luigi-Burroni02
In-nome-del-padrePerrotta-Luigi-Burroni01
In-nome-del-padrePerrotta-Luigi-Burroni03
In-nome-del-padrePerrotta-Luigi-Burroni06
In-nome-del-padrePerrotta-Luigi-Burroni05
In-nome-del-padrePerrotta-Luigi-Burroni07
In-nome-del-padrePerrotta-Luigi-Burroni08