Cartella stampa 2016/2017

 

FINO ALL’11 FEBBRAIO IL TEATRO STABILE PRESENTA “ALTRI PERCORSI” IL FESTIVAL DEDICATO ALLA RICERCA. ABBONAMENTI ANCORA DISPONIBILI

Fino all'11 gennaio lo Stabile dedica un "Minifestival" al teatro di ricerca, alle personalità, alle compagnie e agli spettacoli più interessanti del panorama teatrale: irriverenti, fuori dagli schemi ma anche poetici e profondi. Negli spazi del Teatro Studio del Comunale di Bolzano, lo Stabile  ha proposto e propone ancora tre spettacoli che fissano gli ideali punti cardinali della ricerca teatrale italiana. Protagonisti Tindaro Granata, Valeria Raimondi, Enrico Castellani e Luca Scotton, alias Babilonia Teatri, la compagnia Carrozzeria Orfeo, l’indissolubile duo Rezza-Mastrella e Luca Zingaretti, alle prese con la lettura interpretata di un racconto di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Gli abbonamenti alla rassegna e i biglietti sono ancora disponibili al costo di € 60 presso le casse del Comunale di Bolzano, aperte dal martedì al venerdì dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 19.00 e il sabato dalle 11.00 alle 14.00.  

Corrosiva e pungente, giovedì 1 febbraio (h. 20.30) la pluripremiata compagnia Babilonia Teatri, porterà in scena Pedigree, la storia di un giovane uomo, della sua famiglia con due madri, del padre donatore e dei suoi cinque fratelli sparsi per il mondo. In maniera limpida e diretta, i Babilonia Teatri riflettono sulle prospettive di determinate scelte, dei diritti, dei desideri, delle aspettative di una generazione in provetta alla ricerca di nuove radici e alle prese con nuove paure.


Martedì 6 febbraio (h. 20.30) le pieghe e le aberrazioni del nostro quotidiano saranno al centro di Animali da Bar, una commedia amara, cinica, politicamente scorretta, ma anche appassionata e ironica in cui la compagnia Carrozzeria Orfeo esplora un mondo marginale, urbano e degradato. Dopo il fortunatissimo spettacolo Thanks for vaselina, il Premio Hystrio-Castel dei Mondi 2015 e il Premio Hystrio Twister 2016, Massimiliano Setti, Gabriele Di Luca e Luisa Supino, gli artisti della Carrozzeria, continuano a scandagliare i paradossi e le ipocrisie del nostro tempo. E lo fanno con la loro poetica creativa che coniuga conoscenza del mestiere, ispirazione, una buona dose di comicità.  

Rompe, irrompe, spiazza, scheggia, frulla parole e scompiglia anime, strapazza il pubblico. È un fenomeno senza eguali che somiglia solo a se stesso: a grande richiesta, giovedì 8 febbraio (h. 20.30) torna sul palco del Comunale di Bolzano Antonio Rezza, performer anarchico e amabilmente scorretto, capace di travolgere il pubblico muovendosi nell’habitat disegnato dall’inseparabile Flavia Mastrella. Parossistico e surreale, pantagruelico nel suo delirio cabalistico ben organizzato, in 7-14-21-28 Rezza con il suo consueto sarcasmo diabolico affronta un tema a lui molto caro: L’uomo e la fatica di vivere.


A chiudere la rassegna sabato 10 febbraio alle 20. 30 e domenica 11 alle 16.00 sarà Luca Zingaretti con La Sirena, un immaginario viaggio tra il Nord e il Sud attraverso il quale emerge un mondo costruito sulla passione e l’estasi.
Zingaretti darà voce e corpo a una storia intensa, scritta poco prima di morire da Giuseppe Tomasi di Lampedusa che trasmette tutta la ricchezza della poesia della terra siciliana. Un anziano professore confessa il bruciante amore vissuto in giovinezza con una sirena, una creatura che per quella sua «bestiale gioia di esistere» diventa metafora della vita come impossibilità di accettare piaceri giudicati inferiori.


I biglietti per i singoli spettacoli sono in vendita sempre presso le Casse del Comunale di Bolzano dal martedì al venerdì dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 19.00 e il sabato dalle 11.00 alle 14.00.  Nei giorni di spettacolo a partire da un’ora prima dell’inizio della rappresentazione. La prevendita dei biglietti si svolge anche online, sul sito www.teatro-bolzano.it.