Cartella stampa 2015/2016

 

 

Pale Blue Dot Ph Lucia Baldini 0803 web

 

DOMENICA 29 MAGGIO ANDREA BRUNELLO PRESENTA “PALE BLUE DOT (PALLIDO PALLINO BLU)” AL TEATRO CRISTALLO, NELL’AMBITO DELLA STAGIONE “ALTRI PERCORSI” DEL TEATRO STABILE

 

Una storia di speranza, meraviglia, bellezza e disperazione è stata la vincitrice del Premio nuova_scena.tn, indetto dal Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento in collaborazione con il Teatro Stabile di Bolzano e il Coordinamento Teatrale Trentino. Pale Blue Dot (Pallido Pallino blu), scritto e interpretato da Andrea Brunello e diretto da Christian Di Domenico, è lo spettacolo che il Teatro Stabile di Bolzano presenterà domenica 29 maggio alle 21.00 negli spazi del Teatro Cristallo, come ideale conclusione della rassegna Altri Percorsi.
Una rivoluzione ci salverà? É l’interrogativo che pone lo spettacolo al quale Brunello e la compagnia Arditodesìo tentano di rispondere. In che modo l’umanità riuscirà a salvarsi e a salvare il Pallido Pallino Blu che non è altro che il pianeta Terra, osservato dallo spazio?
Il destino della sonda Voyager 1, lanciata nello spazio nel 1977 per esplorare il sistema solare esterno, si mescola con quello dei suoi inventori e quello del Pianeta Terra. Mentre il satellite artificiale si allontana dal sistema solare, tutto cade in prospettiva, diventa dolorosamente chiaro che il nostro Pallido Puntino Blu è l’astronave spaziale più preziosa e va protetta senza esitazione e senza compromessi. Noi, gli umani molto intelligenti che per centinaia di migliaia di anni siamo stati cacciatori e raccoglitori nomadi e solo negli ultimi istanti del nostro tempo siamo diventati coltivatori e allevatori, abbiamo cambiato profondamente il nostro pianeta. Adesso affrontiamo un disastro ambientale di dimensioni globali, e noi ne siamo la causa. Eppure sembra che non abbiamo gli strumenti mentali per capire il rischio in cui ci troviamo. Perché non riusciamo a correggere il tiro? Forse non siamo “ingegnerizzati” per farlo? Forse non siamo così intelligenti? Abbiamo creato delle meraviglie, abbiamo inviato navicelle spaziali verso altri sistemi solari eppure non riusciamo a gestire il più distruttivo dei problemi che la nostra specie ha mai dovuto affrontare. Ma quando tutto sembra perduto avviene la più incredibile delle rivoluzioni. È profonda, è condivisa da tutti in ogni angolo del mondo. Il senso fatalistico di inevitabilità è sollevato dalle nostre anime e la struttura sociale cambia per sempre e per il meglio. Tutti i problemi sono risolti… Ma è successo veramente? Può succedere veramente? Oppure è solo utopia, una storia di speranza che deve essere raccontata e poi inviata al Voyager 1 così che almeno lui possa tenere un’ultima finale reliquia della nostra civilizzazione, giunta probabilmente al termine del suo viaggio? Lo spettacolo, che ha debuttato a Warwick (GB) lo scorso gennaio, si avvale delle musiche composte ed eseguite da Enrico Merlin, del disegno luci di Paolo Dorigatti e Elena Piscitilli, delle scenografie di Roberto Abbiati e dei costumi di Patrizia Caggiati. Pale Blue Dot rappresenta anche l'ultima possibilità per gli abbonati alla stagione “La Grande Prosa” che non lo avessero ancora fatto, di cambiare i buoni omaggio alla Casse del Teatro Comunale per ricevere i biglietti gratuiti per lo spettacolo. I biglietti sono acquistabili presso le Casse del Teatro Comunale di Bolzano in piazza Verdi 40 (mart. – ven. 11-14 e 17 -19 ; sab. 11-14) e online  su questo sito. Il giorno dello spettacolo a partire dalle 20.00 alle Casse del Teatro Cristallo.

 

fotocredit: Lucia Baldini

 

PaleBlueDotPhLuciaBaldini-0616M
PaleBlueDotPhLuciaBaldini-0568m
PaleBlueDotPhLuciaBaldini-0645m
PaleBlueDotPhLuciaBaldini-0777m
PaleBlueDotPhLuciaBaldini-0797M

Created: 23/05/2016 17:31