Elia Andriolo, Alessandro Barbin, Sofia Bertoli, Caterina Biasi, Antonia Francisca Braniff Sanchez, Chiara Calò, Serena Decarli, Niccolò Dema, Giorgina Kezich, Fabiana Maglio, Ilaria Marcolini, Giulia Mattiazzo, Gabriele Mazzoni, Federico Montalesi, Francesca Quarta, Giacomo Santi, Ginevra Tarascio e Marianna Weber, questi i nomi degli allievi del corso che hanno scelto un capolavoro del teatro russo come “Tre sorelle” di Cechov per concludere il loro intenso percorso di approfondimento del teatro e dei suoi linguaggi, che si è snodato lungo la stagione teatrale. Un testo impegnativo, che ha richiesto al gruppo – seguito dall’attrice e pedagogista Flora Sarrubbo - di scavare nella profondità dei personaggi, nelle loro emozioni, sempre in bilico tra felicità e infelicità. Un testo che parla del desiderio, sentimento universale e perenne.

IMG 7965 totale MUna scena dello spettacolo

 

Quello di “Giovani in scena” è un format oramai consolidato, ideato per accompagnare i ragazzi nel mondo del teatro e renderli spettatori consapevoli grazie a laboratori, a incontri con i professionisti del teatro, alle prove aperte, alla visione degli spettacoli in cartellone e alla realizzazione del saggio finale. In questa ultima edizione però, non sono mancate le novità, prima fra tutte la collaborazione con il neonato corso “Costume mon amour” del Centro Vintola 18, che ha progettato e realizzato i costumi dello spettacolo.
Le luci sono di Lorenzo Carlucci e il coordinamento generale dell’intero corso di Andrea Brandalise.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

{2jtoolbox gallery id:12}

 

Iscriviti alla newsletter!




Ti terremo costantemente aggiornato sulle attività del Teatro Stabile di Bolzano