Dei 99.978 spettatori complessivi, 54.310 sono stati quelli registrati nelle 202 recite sul territorio provinciale e 45.668 il numero di coloro che hanno visto gli spettacoli del Teatro Stabile grazie alle 123 recite di cui si componeva la tournèe nel resto d’Italia.
Decisamente significativo anche il computo delle presenze giovanili: gli under 26 sono stati 40.013, pari al 40% del numero complessivo di spettatori.
L’iniziativa “W il teatro! - Teatro nella scuola”, giunta ormai alla venticinquesima edizione, ha registrato un totale di 31.335 presenze con 114 rappresentazioni, confermandosi il progetto di formazione del pubblico giovanile più importante della regione. Successo anche  per la sesta edizione dell’iniziativa “Giovani in scena”, che ha coinvolto ragazze e ragazzi dell’Alto Adige dai 15 ai 35 anni in corsi di teatro a Bolzano e Bressanone conclusisi con saggi finali aperti al pubblico curati da Flora Sarrubbo. bonacelli il malatook
Tra gli spettacoli più visti della stagione “La Grande Prosa” a Bolzano, troviamo al primo posto “ITIS Galileo” di Marco Paolini che ha entusiasmato 2.979 bolzanini; al secondo posto c’è stato “Riccardo III” di William Shakespeare, diretto e interpretato da Alessandro Gassmann, con 2.835 spettatori e al terzo “I ragazzi irresistibili” di Neil Simon, regia di Marco Sciaccaluga, con l’inedita coppia Eros Pagni e Tullio Solenghi che ha totalizzato 2.097 presenze.
A Merano, Bressanone, Brunico e Vipiteno il record di spettatori è stato fatto registrare da “Miseria e nobiltà” di Eduardo Scarpetta, diretto e interpretato da Geppy Gleijeses con Lello Arena mentre al secondo posto troviamo “La brocca rotta” di Heinrich von Kleist, regia di Marco Bernardi, con Paolo Bonacelli, Patrizia Milani e Carlo Simoni.
Per quanto riguarda gli spettacoli prodotti dal Teatro Stabile e portati anche sul territorio nazionale,  notevole successo di pubblico e di critica:  “La brocca rotta” è stato visto da 19.461 spettatori; la terza ripresa de “Il malato immaginario” di Moliére, sempre diretto da  Marco Bernardi e interpretato da Paolo Bonacelli, Patrizia Milani e Carlo Simoni, ne vanta ben 21.220, mentre “Exit” di Fausto Paravidino  si attesta sulle 5.010 presenze.
“Il malato immaginario” e “Exit” sono stati ripresi dalle troupe televisive di RAI 5 e saranno messi in onda nel prossimo autunno.

Iscriviti alla newsletter!




Ti terremo costantemente aggiornato sulle attività del Teatro Stabile di Bolzano